Ultime notizie

Semi e Bacche da Integrare nella Dieta

Cari amici, in questo articolo parlarvi di alcuni semi singoli ad uso ornitologico e bacche, da integrare nella dieta dei nostri amici pappagalli (ed uccelli esotici!)
Nonostante allevatori e privati siano sempre alla ricerca della “miscela di semi perfetta”, questa alla fin dei conti non esiste, ed ognuno crea dei mix in base alle proprie esigenze con percentuali e semi diversi. Analizziamo insieme i benefici di alcuni semi e bacche che possiamo aggiungere per bilanciare al meglio la dieta dei nostri amici. Voglio sottolineare che l’articolo è in continuo aggiornamento! Iniziamo con alcune tipologie di semi che possiamo integrare:

Semi singoli per pappagalli:

  • Seme di Canapa: è un seme oleoso altamente nutriente, ricco di vitamina E, vitamine del gruppo B, acidi grassi essenziali omega 3-6. E’ eccezionale per la preparazione dei soggetti alla riproduzione e come aiuto per la muta, molto utilizzato sia dagli allevatori di pappagalli che di uccelli esotici.
  • Seme di Cardo Mariano: nutriente, disintossicante, depurativo del sangue, non ingrassa e regola le funzioni digestive. Un seme che non può mancare come integratore nella dieta dei nostri amici. Puoi leggere l’articolo completo sui suoi molteplici benefici ed utilizzi cliccando qui
  • Seme di Chia: il seme con il più alto tenore di acidi grassi omega 3, è una fonte preziosa di proteine e ricco di minerali. É indicato per l’allevamento dei pullus e per tutta la fase di sviluppo dei giovani fino a muta ultimata. Essendo un seme molto piccolo è preferibile fornirlo in una linguetta porta medicinali o in un porta pastoncino, per evitare sprechi. Puoi leggere l’articolo completo cliccando qui
  • Semi di Fonio:  Il foniopaddy è un piccolissimo seme rosso-brunastro, un cereale che viene prodotto da una pianta tropicale, la digitaria exilis, detta anche digitaria acha o fonio. E’ coltivata prevalentemente in Sierra Leone, Gambia, Guinea-Bissau, Senegal, Camerun e nella Nigeria del Nord, la scoperta, del tutto causale, delle proprietà curative del seme di Fonio è stata avvolara da alcuni studi scientificifi che sono stati condotti su uccelli affetti da coccidiosi e che hanno dimostrato che gli stessi animali alimentati con il seme di Fonio mostravano segni di miglioramento dopo una settimana di trattamento e che le loro feci analizzate in laboratorio non presentavano più segni di coccidiosi. Pertanto considerate le proprietà curative del seme, può essere utilizzato per uso preventivo contro la coccidiosi, si consiglia la somministrazione in linguette porta medicinali.
  • Semi di Perilla: grandi all’incirca come il miglio, hanno un discreto apporto proteico e contengono circa il 40% di sostanza grassa ricca di acidi grassi polinsaturi, in particolare degli Omega 3 (acido alfa-linoleico, ecc.) Sono molto graditi ai canarini, e sono ottimi anche per pappagalli e parrocchetti. Contiengono un olio molto ricco di acido linoleico e linolenico con proprietà, secondo la tradizione erboristica, antibatteriche, aromatiche, digestive e toniche. Gli effetti benefici sulla salute sono testimoniate da molti allevatori che lo utilizzano da tempo nei propri allevamenti.
  • Semi di Lino: Il seme di lino noto da tempo dalla medicina tradizionale è dotato di peculiari proprietà dietetiche, grande appetibilità ed elevata digeribilità di tutte le componenti.
    E’ utile per un elevato apporto di Omega 3, stimola in modo positivo la funzionalità di tutti gli apparati interessati da rapidi ricambi cellulari, pertanto migliora la riproduzione, la fecondità e la crescita. Le feci risultano più omogenee grazie alla benefica azione delle mucillagini e pectine apportate dal prodotto.
  • Seme di Panico: molto usato all’interno delle miscele di esotici e piccoli pappagalli, è un seme molto tenero, appetibile e digeribile, è ricco di carboidrati 58,7%, ma poverissimo di grassi 4,1% con percentuale di proteine del 10.6%. Può essere fornito sia come seme singolo, che come spiga di panico con funzioni di foraging-anti stress.
  • Seme di Niger: seme oleoso molto nutriente dal buon rapporto di calcio e fosforo, nella fascia dei semi oleosi e’ il più gradito in assoluto dagli uccelli. Presente in quasi tutte le miscele, ha un ruolo importante nella dieta giornaliera degli uccelli. .Somministrato in piccole dosi stimola la riproduzione ed il canto ed è molto usato come seme da germinare negli appositi misti.

Bacche commestibili per pappagalli:

  • Bacche di Goji: originarie della Mongolia e Tibet, hanno un alto contenuto di antiossidanti, vitamine C ed E, rame , fosforo, manganese, potassio e magnesio, zinco  e cromo,che le rende dei veri e propri super-integratori naturali ottimi anche ad uso umano.
  • Bacche di Pyrachanta: ottima fonte di foraging e buone proprietà nutrizionali, ne abbiamo parlato a fondo in questo articolo che puoi leggere cliccando qui.
  • Bacche di Ginepro: hanno caratteristiche antisettiche ed antireumatiche, ottime per facilitare la digestione sono un vero toccasana per l’organismo dei nostri amici, molto gradite soprattutto dagli Agapornis e piccoli parrocchetti come i barrati.
  • Bacche di Rosa Canina: hanno un’alta concentrazione di Vitamina C,  presente in quantità fino a 50-100 volte superiore rispetto alle arance e limoni, e per questo in grado di contribuire al rafforzamento delle difese naturali dell’organismo. Ottime come integratore per accrescere le difese immunitarie dei nostri amici pappagalli.

Cerchi un libro completo che possa spiegarti in maniera approfondita la dietologia dei tuoi pappagalli? Non posso che consigliarti il “manuale di dietologia dei pappagalli” di Angel Nuevo. Puoi acquistarlo su amazon qui:

Conclusione

Abbiamo parlato di alcuni semi e bacche utili, da integrare nella dieta dei nostri pappagalli.  Vi consiglio di acquistare prodotti ad uso ornitologico in modo da poter vedere il dosaggio di alcune tipologie di semi/bacche che se usate in modo “esagerato” possono nuocere alla salute dei nostri amici. E’ utile inoltre, interfacciarsi sempre con un veterinario aviario che potrà seguire e consigliare al meglio l’alimentazione adeguata per il vostro pappagallo. L’alimentazione è uno dei punti fondamentali nell’allevamento dei pappagalli, deve essere bilanciata e varia, onde evitare patologie e carenze alimentari che a lungo andare potrebbero portare anche alla morte prematura dei soggetti. Ultimo consiglio è che, alcuni semi sono particolarmente piccoli – in questo caso è inutile miscelarli nel misto semi, in quanto andrebbero persi e/o sprecati, è bene metterli in vaschette separate, dove possano essere mangiati senza sprechi.

 Grazie a tutti per aver letto questo articolo, e se lo reputate utile, condividetelo nei gruppi Facebook dedicati ai pappagalli!

Leggi Anche:

Le Larve nell’Alimentazione dei Pappagalli ed Uccelli

Cari amici lettori, oggi sono a parlarvi di un integrazione naturale nell’alimentazione dei nostri pappagalli …

Il Lievito di Birra in Ornitologia

Il Lievito di Birra è molto conosciuto da tutti noi, ma in pochi sanno, che …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.