Ultime notizie

Il Foraging e la Curiosità dei Pappagalli

Foraging è una parola inglese che significa “andare alla ricerca di cibo” e riveste un ruolo fondamentale per la sopravvivenza dei pappagalli in natura, essendo un processo di vitale importanza che non permette l’evoluzione della specie in sua assenza.

Per la ricerca del cibo è necessaria una grande dote di curiosità del pappagallo verso l’ambiente che lo circonda, infatti i volatili si spostano di albero in albero, e di territorio in territorio per individuare e mangiare il cibo che spesso non è facilmente raggiungibile ( spesso si nasconde tra gli alberi, oppure dentro un guscio che va rotto con abilità, oppure va cercato nel terreno scavando ecc.. ecc… ) e per questo serve una grande abilità, istinto, intelligenza e curiosità, perchè in natura il territorio è vasto e pieno di pericoli, e va esplorato con cura ed attenzione.

Molte psicopatologie dei pappagalli in cattività, come autodeplumazione e stress sono dovute dall’assenza di stimoli in gabbia. Come ho spiegato prima, il pappagallo è un animale molto intelligente che in natura vive in vasti territori ed è pieno di stimoli, in gabbia questi stimoli vanno riproposti affinchè tenga sempre attiva la mente, allenando il cervello e scacciando la noia.

Il concetto di Foraging in cattività è principalmente quello di nascondere il cibo nei giochi, o crearne di “commestibili” che stimolino il pappagallo a “giocare mangiando”. Si possono acquistare dei dispenser fatti apposta per il foraging, dove si possono inserire dei semi, bacche o degli estrusi al loro interno, oppure è possibile creare facilmente qualche gioco creativo, come ad esempio fare degli “spiedini” fatti di frutta e verdura da appendere che il pappagallo mangerà con piacere, o acquistare delle palle di vimini, dentro alle quali nascondere del cibo che il pappagallo farà fatica a tirar fuori, o coprire le ciotole del cibo con della carta che il pappagallo dovrà strappare per mangiare. Possiamo sfruttare anche le infiorescenze di molte piante ed erbe prative per arricchire piatti e giochi, stimolando ancor meglio i pappagalli grazie ai fiori che hanno colori, forme e profumi diversi, ne abbiamo parlato nell’articolo: “Fiori commestibili per pappagalli” che puoi leggere cliccando qui. Le idee per il foraging sono infinite, ed il concetto è molto semplice: tenere occupato mentalmente un pappagallo è un ottimo sistema per avere un animale sano e per evitare psicopatologie difficili da curare.

Qualche consiglio per un foraging funzionale:

  • Colori, sapori e profumi: puoi fare delle piccole macedonie con diversi tipi di frutta e verdura, tagliati in diverse forme, ed arricchirla con qualche infiorescenza commestibile per loro, come descritto nell’articolo che ti ho linkato. In questo modo verrà fuori una composizione dai diversi gusti e colori, che il tuo pappagallo amerà.
  • Rinnova le disposizioni: puoi cambiare di tanto in tanto, la disposizione delle varie vaschette ( alimento secco, estruso, ecc ) in modo da rinnovare ciclicamente la gabbia o voliera del tuo pappagallo.
  • Alimenti ideali per il foraging: ci sono alimenti adatti al foraging che possono essere inseriti nella dieta dei nostri animali. Ad esempio, la linea Tropimix della Hari, è  composta da cereali esotici, legumi, arachidi, frutta ed estruso della formula Tropican e fornisce un’esperienza di nutrimento ottimale stimolando il comportamento naturale del foraggiare, disponibile in diversi formati per ogni specie di pappagallo.
  • Spazio alla creatività: puoi usare molti oggetti naturali, come ad esempio le pigne ( l’importante è che siano essiccate e prive di resina ) e nascondere al loro interno il cibo. Puoi usare anche altri materiali, come tappi di bottiglia, gusci di noci e noci di cocco, cartone, corde di juta, cannucce. Con questi materiali puoi creare delle composizioni come ghirlande o pendenti, puoi anche inserirle dentro scatole forate creando un mix confusionario che incentiverà l’attività di scoperta dei tuoi pappagalli.

Sei pronto/a per far divertire il tuo pappagallo? Vi lascio alcune foto che ci ha inviato la nostra amica Sharon, una delle amministratrici del nostro gruppo Facebook. In queste foto potrete ammirare le macedonie di colori e sapori che fanno impazzire i pappagalli:

Vuoi approfondire questo argomento? Parlane con altri appassionati come te!
Ti aspettiamo sul Gruppo Facebook e sul Profilo Twitter, vienici a trovare!

**Questo blog contiene dei link promozionali ad articoli in vendita su Amazon, da me consigliati. In qualità di Affiliato Amazon ricevo un guadagno dai vostri acquisti idonei

About Emanuele Perrone

Mi chiamo Emanuele, ho 30 anni e vengo dalla provincia Roma. L'amore per gli animali mi accompagna da anni e mi accompagnerà per sempre. Ogni giorno sono in prima linea per diffondere la felicità, l'amore, l'affetto che loro sanno dare, a tutte quelle persone che ancora non credono all'importanza di avere un pappagallo in casa. Grazie a loro, ho sconfitto una malattia cronica invalidante, e non smetterò mai di condividere questa gioia con il web, oltre ad offrire a tutti questo portale GRATUITO con notizie e tutorial scritti da me, dopo aver maturato oltre 15 anni di esperienza nell'allevamento di Psittacidi ed Uccelli esotici nel mio allevamento amatoriale che porto avanti da anni con passione, donandomi gioia ed immense soddisfazioni. Vi aspetto sul mio canale Youtube, le pagine Facebook, l'account Twitter dove quotidianamente condivido questa immensa passione con tutti, per farli innamorare, per stupirli e per esternare questa grande gioia che giornalmente queste splendide creature mi trasmettono.

Leggi Anche:

Le Barre da Stress nei Pappagalli

Gentili lettori, oggi vi parlerò delle barre da stress nel piumaggio di pappagalli ed uccelli …

La Coccidiosi: Prevenzione e Cure

Parliamo di una malattia molto comune negli allevamenti professionali ed amatoriali, che colpisce indistintamente pappagalli …

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.