Ovodeposizione Cronica nei Pappagalli

L’ovodeposizione cronica nei pappagalli è un argomento molto delicato. Se il tuo pappagallo femmina depone continuamente uova, è il momento di agire per evitare danni che possono portare, nella peggiore delle ipotesi, alla morte del tuo pappagallo. In questo articolo ti spiegherò le cause, e le possibili soluzioni al problema dell’ovodeposizione cronica dei pappagalli.

Cosa si intende per ovodeposizione cronica?

L’ovodeposizione cronica è quella condizione in cui, pappagalli femmine, anche in assenza di nidi, depongono uova ininterrottamente. I pappagalli più colpiti da questa condizione sono solitamente cocorite, inseparabili, calopsite e piccoli parrocchetti allevati in casa. Questa condizione patologica colpisce le femmine anche se non hanno un compagno!

L’ovodeposizione cronica è una vera e propria piaga per i proprietari dei pappagalli in quanto, molti, non sanno come agire per arginare il problema. Soluzioni “fai-da-te” come il rimuovere progressivamente le uova dal nido o fondo gabbia non funzionano, ma ti spiegherò come fare nel prossimo capitolo.

ovodeposizione cronica nei pappagalli

Cause e conseguenze dell’ovodeposizione cronica

Esistono molteplici cause che possono innescare questo comportamento nei pappagalli. Ti elencherò quelle più significative:

  • Fotoperiodo errato: se il tuo pappagallo riceve troppe ore di luce, si innesca un meccanismo che gli comunicherà che è la stagione giusta per riprodursi (anche se non lo è!) provocando un aumento degli ormoni riproduttivi. Ho parlato ampiamente del fotoperiodo corretto per i pappagalli in un’altro articolo che dovresti leggere cliccando qui
  • Alimentazione non corretta: un’alimentazione troppo “carica” può indurre il tuo pappagallo alla riproduzione. Quindi assicurati che sia sempre varia e bilanciata.
  • Presenza di nidi per pappagalli, o oggetti che riconducano ad essi: dovresti togliere il nido e tutto ciò che potrebbe far pensare ai pappagalli che lo sia. Ad esempio, mangiatoie larghe e fonde, cassettine e materiali come giornali o scottex che possono essere usati da loro per “autocostruire” un nido a terra (potrebbero covare come i polli)

Le conseguenze, se la continua deposizione non viene interrotta, possono essere spesso fatali o altamente debilitanti per il tuo pappagallo. Come prima, ti elencherò quelle più importanti:

  • Ritenzione dell’uovo, ovvero la pappagallina non riuscirà ad espellere l’uovo che rimarrà bloccato portandola alla morte. Puoi leggere l’articolo dedicato cliccando qui
  • Carenza di calcio ed energie, infatti la deposizione richiede un maggior dispendio energetico ed una buona riserva di calcio, spesso carente nelle diete “basi” dei pappagalli. Questo può portare ad una fragilità ossea ed altri problemi che il tuo veterinario saprà spiegarti.
  • Aggressività e nervosismo, nei soggetti pet la deposizione può modificare il carattere.
uova sul fondo gabbia
I pappagalli possono deporre anche sul fondo della gabbia (in assenza di nido, ma in presenza di stimoli)

Come fermare la deposizione delle uova

L’ovodeposizione cronica può essere interrotta innanzitutto regolando le ore di esposizione alla luce (fotoperiodo), portandole ad 8-10 ore e coprendo accuratamente la gabbia, possibilmente spostandola in una parte della casa dove il pappagallo potrà riposare. Dopo circa 3 settimane, ed il giusto fotoperiodo, la pappagallina dovrebbe smettere di deporre uova.

Anche interrompere la routine, ovvero spostare la gabbia in una nuova posizione e rimuovere i materiali che possano indurre la tua pappagallina a nidificare può interrompere la deposizione (sempre regolando il fotoperiodo!)

Nei casi clinici, dove nè il giusto fotoperiodo, nè accortezze di cui abbiamo già parlato, interrompono la deposizione, è necessario rivolgersi al veterinario.

La terapia medica consiste in un’ampia varietà di farmaci progettati per ridurre la produzione di ormoni. Solitamente sotto forma di gocce somministrate quotidianamente o da iniezioni. Recentemente è diventato disponibile un impianto che può durare per diversi mesi e aiutare a controllare il problema, parlane con il tuo veterinario di fiducia!

Conclusione

Abbiamo parlato di cause e conseguenze dell’ovodeposizione cronica. Ma forse ho dimenticato di dirti, che non ti conviene gettare via le uova ogni volta che la tua pappagallina le ha deposte! Potresti sostituirle con uova finte, o lasciarle deporre fin quando avrà raggiunto il numero (solitamente 4-5) in modo da bloccare temporaneamente l’ovodeposizione.

Per dubbi o chiarimenti, rivolgiti al tuo veterinario che saprà spiegarti in maniera esaustiva come procedere.

Se l’articolo è stato interessante per te, potrebbe esserlo anche per i tuoi amici, perchè non condividerlo?

Disclaimer: questo articolo non sostituisce in nessun modo il confronto con il vostro veterinario di fiducia. In caso di dubbi, rivolgetevi sempre ad un esperto per il bene dei vostri pappagalli ed uccelli esotici!

Leggi Anche:

Il Lump o Cisti delle Piume

In lingua inglese il vocabolo significa grumo, ciste; Per “LUMPS” si intende un groviglio formato …

La Red Soffusion nei Pappagalli

Cari lettori, oggi voglio parlare di una malattia che spesso viene confusa con una “mutazione” …

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.