Ultime notizie

Il Lump o Cisti delle Piume

In lingua inglese il vocabolo significa grumo, ciste; Per “LUMPS” si intende un groviglio formato da piume sottili, quasi filiformi, che invece di crescere normalmente distese, si attorcigliano le une con le altre stentando ad uscire dalla cute. Da questa problematica deriva la possibilità che la piuma sviluppi il proprio corpo principale sotto pelle, continuando a crescere e produrre cisti che spesso creano problemi ai pennuti colpiti. La causa più accreditabile è tipo genetico-ereditario. A suffragio di questa ipotesi si pensi anche che in uno stesso allevamento, ancorché composto da più razze, con la stessa alimentazione e anche lo stesso “corredo microbiologico”, i lumps escono sempre e soltanto a soggetti appartenenti alla medesima linea parentale. Ci sono in natura determinate specie di uccelli e pappagalli particolarmente esposte a questa patologia: canarini brinati, mosaico e gloster, pappagalli australiani come cocorite e calopsite. E’ quindi sconsigliato far accoppiare pennuti che hanno sofferto di questa patologia, in quanto molto probabilmente verrà trasmessa alla prole.. I lumps, se vengono coperti da feci o se si sviluppano in coincidenza della cloaca o delle giunture delle ali, possono provocare seri problemi agli animali colpiti oltre che il sorgere di ulteriori infezioni. Se la ciste compare, vi sono comunque varie modalità per riuscire a debellarla. Rivolgersi al veterinario per un intervento chirurgico comporta costi elevati e, spesso, può portare alla morte dell’animale. Alcuni consigliano di legare con un filo la base della ciste, così da favorirne il successivo disseccamento, oppure di utilizzare la tintura di iodio. Tale sostanza andrà ad agire sui lumps e ne provocherà il disseccamento con la successiva caduta; E’ sempre consigliato isolare il soggetto, la ciste è risolvibile e difficilmente causa la morte del soggetto, ma se è molto evidente, il pappagallo/uccello pulendosi può ferirsi ed infettarsi o suscitare la curiosità dei compagni di gabbia che possono beccarlo e peggiorarne l’evoluzione.

Vuoi approfondire questo argomento? Parlane con altri appassionati come te!
Ti aspettiamo sulla  Pagina Facebook  e sul Profilo Twitter, vienici a trovare!

Leggi Anche:

Combattiamo gli Acari in Allevamento

Girovagando sul WEB si trovano molti articoli che parlano di questo temutissimo parassita, ma in …

La Quarantena: Prevenzione delle Malattie

Negli articoli precedenti abbiamo visto come riconoscere un pappagallo malato, osservando la cloaca, il suo …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.