Home » Malattie, Igiene e Cure Dei Pappagalli ed Uccelli » La Muta Francese o “polyomavirosi”

La Muta Francese o “polyomavirosi”

La muta francese o polyomavirosi colpisce sopratutto il Pappagallino Ondulato. Il suo nome deriva dal fatto che per prima si è manifestata in Francia dove allora esistevano importanti allevamenti; in seguito si è diffusa non soltanto nel mondo, ma anche tra altre specie. Questa malattia oltre a colpire maggiormente le Cocorite, può attaccare con facilità i Cacatua e pappagalli simili, e Roseicollis.

I SINTOMI DELLA MUTA FRANCESE:
Si manifesta con una crescita anormale delle piume che diventano fragili, che non vengono più sostituite, e malformazioni del becco e delle unghie.
Nei casi meno gravi vengono colpite solo le grandi piume, il che può causare l’incapacità di volare. Questi sintomi vengono accompagnati da uno stato di abbattimento e di malessere del volatile.
Altri sintomi della muta francese possono essere: distensione addominale, emorragie sottocutanee, crescita lenta e anormalità del piumaggio. Nei soggetti giovani la mortalità è molto elevata può variare dal 30 al 100 % nel primo mese di vita, sono inoltre frequenti le morti improvvise.

LE CAUSE:
La muta francese è un VIRUS e le principali cause possono essere delle carenze vitaminiche e una dieta squilibrata, accompagnate da una cattiva igiene. Il sovraffollamento e la sporcizia favoriscono la malattia, anche se può svilupparsi in allevamenti puliti e tenuti in buone condizioni igieniche;
Essendo un VIRUS la malattia è contagiosa ma come è frequente con i virus, i portatori possono essere apparentemente sani ma capaci di trasmetterla.
E’ poi noto che gli antibiotici non hanno alcuna efficacia contro questo VIRUS.
I virus, contrariamente ai batteri, possono moltiplicarsi da se stessi in quanto è la cellula parassita che fabbrica i virus. All’interno della cellula, il virus puo provocare dei disordini gravi causandone la morte.
L’apparizione della muta francese in un allevamento dov’era sconosciuta, può spiegarsi con l’introduzione di un soggetto proveniente da un allevamento dove esisteva la malattia, sia pure in modo poco evidente. Le Cocorite possono anche guarire da questo virus “costruendo” una immunità.
Purtroppo, non esistono cure per questo virus. Si raccomanda un’attenta pulizia della gabbia e degli ambienti circostanti, e di isolare i soggetti malati o sospetti.
Vuoi approfondire questo argomento? Parlane con altri appassionati come te!
Ti aspettiamo sulla Pagina Facebook e sul Profilo Twitter, vienici a trovare!

About Emanuele Perrone

Mi chiamo Emanuele, ho 26 anni e vengo da Roma. L'amore per gli animali mi accompagna da anni e mi accompagnerà per sempre. Ogni giorno sono in prima linea per diffondere la felicità, l'amore, l'affetto che loro sanno dare, a tutte quelle persone che ancora non credono all' importanza di avere un pappagallo in casa. Grazie a loro, ho sconfitto una malattia cronica invalidante, e non smetterò mai di condividere questa gioia con il Web, oltre ad offrire a tutti questo portale GRATUITO con notizie e tutorial scritti da me, dopo aver maturato oltre 10 anni di esperienza nell'allevamento di Psittacidi ed Uccelli esotici nel mio "Allevamento Amatoriale La Piuma" che mi accompagna da anni donandomi gioia ed immense soddisfazioni. Vi aspetto sul mio canale Youtube, le pagine Facebook, l'account Twitter dove quotidianamente condivido questa immensa passione con tutti, per farli innamorare, per stupirli e per esternare questa grande gioia che giornalmente queste splendide creature mi trasmettono.

Leggi Anche:

Esiste un Pappagallo che non Vola?

Rieccoci a svelare un altra curiosità a tutti i lettori di questo portale. La domanda ...

Lascia un commento

Questo sito web utilizza cookies, anche di terze parti, continuando la navigazione accetti il loro utilizzo maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi

Powered by themekiller.com anime4online.com animextoon.com apk4phone.com