Home » Malattie, Igiene e Cure Dei Pappagalli ed Uccelli » La Red Soffusion nei Pappagalli

La Red Soffusion nei Pappagalli

Cari lettori, oggi voglio parlare di una malattia che spesso viene confusa con una “mutazione” infatti può sembrare rarissima agli occhi dei neofiti, ed è successo che molti commercianti “furbi” hanno fatto pagare pappagalli malati di “red soffusion” come mutazione pregiata a molti euro, truffando povera gente.
Questa malattia colpisce molti pappagalli, in particolare cenerini ed Agapornis. Si manifesta inizialmente con piccole macchie rossastre sul piumaggio, con il tempo queste macchie si estendono, colorando intere piume, e l’intero piumaggio, nei casi più gravi.

Le cause, ancora sconosciute e fonte di dibattito, possono essere sintetizzate in 5 punti:

  • Malnutrizione, carenza di vitamine, alimentazione poco curata e troppo scarsa
  • Fegato sotto sforzo a causa di un’alimentazione totalmente errata e sbilanciata
  • Problemi legati alla genetica del pappagallo, che inibisce l’assorbimento di alcune sostanze
  • Gabbia piccola, poco esposta alla luce, con dieta troppo grassa
  • Accoppiamenti in consanguineità che indeboliscono la genetica dei pappagalli rendendoli fragili

La red soffusion è un’argomento molto dibattuto tra allevatori, la causa comune che tutti attribuiscono a questa malattia è l’alimentazione con troppo girasole, che appesantisce l’animale, causando problemi al fegato che sotto sforzo, provoca questa malattia.  Alcuni pensano addirittura che si tratti davvero di una mutazione, perchè alcuni cenerini hanno “fissato” questo colore senza morire, generando prole “rossa” sana… Tuttavia sconsiglio l’acquisto di soggetti con macchie rosse, e ribadisco di controllare bene gli animali che si acquistano. Questa malattia molto spesso è letale se non curata tempestivamente, infatti consiglio di contattare subito un veterinario aviario alla comparsa delle prime macchie rosse, in quanto con l’evolversi della malattia, diminuisce notevolmente la possibilità di salvare il pappagallo. Il veterinario provvederà ad una analisi generale dell’esemplare, un cambio di dieta, ed un medicinale per purificare/disintossicare il fegato. E’ consigliabile inoltre, in attesa della visita veterinaria, di togliere tutti gli alimenti grassi dalla gabbia del pappagallo ( biscotti al miele, pastoncino, semi di girasole ). Questa malattia ( o mutazione? ) è ancora sconosciuta, pertanto rinnovo l’invito di contattare un veterinario aviario che valuterà come curare nel migliore dei modi il vostro pappagallo.

Vuoi approfondire questo argomento? Parlane con altri appassionati come te!
Ti aspettiamo sulla Pagina Facebook e sul Profilo Twitter, vienici a trovare!

About Emanuele Perrone

Mi chiamo Emanuele, ho 26 anni e vengo da Roma. L'amore per gli animali mi accompagna da anni e mi accompagnerà per sempre. Ogni giorno sono in prima linea per diffondere la felicità, l'amore, l'affetto che loro sanno dare, a tutte quelle persone che ancora non credono all' importanza di avere un pappagallo in casa. Grazie a loro, ho sconfitto una malattia cronica invalidante, e non smetterò mai di condividere questa gioia con il Web, oltre ad offrire a tutti questo portale GRATUITO con notizie e tutorial scritti da me, dopo aver maturato oltre 10 anni di esperienza nell'allevamento di Psittacidi ed Uccelli esotici nel mio "Allevamento Amatoriale La Piuma" che mi accompagna da anni donandomi gioia ed immense soddisfazioni. Vi aspetto sul mio canale Youtube, le pagine Facebook, l'account Twitter dove quotidianamente condivido questa immensa passione con tutti, per farli innamorare, per stupirli e per esternare questa grande gioia che giornalmente queste splendide creature mi trasmettono.

Leggi Anche:

Elenco Veterinari Aviari Roma

Purtroppo è capitato a tutti di avere un problema con i nostri simpatici pennuti. Parlando ...

Lascia un commento

Questo sito web utilizza cookies, anche di terze parti, continuando la navigazione accetti il loro utilizzo maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi

Powered by themekiller.com anime4online.com animextoon.com apk4phone.com